tierra de los andes marca registrada blanco terandes

Itinerario di viaggio in Perù in 12 giorni

Home » Guía de Viajes » Itinerario di viaggio in Perù in 12 giorni
Home » Guía de Viajes » Itinerario di viaggio in Perù in 12 giorni

Rimandavo da tempo il sogno di poter viaggiare a Cusco e Puno, il fatto di conoscere meglio questa terra millenaria; sono già in aeroporto e ho caricato di emozioni l'attesa di imbarcarmi sull'aereo che mi ha portato a iniziare la mia avventura in questo angolo delle Ande.

Perché visitare Cusco e il Lago Titicaca in dodici giorni?

È conoscere ogni angolo delle Ande peruviane, soprattutto la magica città di Cusco, percorrere le sue strade acciottolate e le sue architetture coloniali che raccontano storie di un passato glorioso, dove gli Inca governavano queste terre con saggezza e grandezza.

Dopo aver esplorato Cusco e i suoi dintorni, vi imbarcherete in un'emozionante avventura verso il mistico Lago Titicaca. Questo lago cristallino, il più alto lago navigabile del mondo, è circondato da maestose montagne.

Qual è la data migliore per pianificare il mio viaggio a Cusco e al Lago Titicaca in dodici giorni?

Il periodo migliore per viaggiare a Cusco, in Perù, è generalmente considerato quello della stagione secca, che va da maggio a settembre. In questi mesi il tempo è più stabile, con giornate di sole e temperature diurne piacevoli.

Giorno 1: Viaggio nella Città dei Re Lima

È arrivato il giorno di visitare l'emozionante città degli Inca, una città che conserva ancora la sua cultura, la sua tradizione e molte cose emozionanti, la migliore di tutte è che potrò visitare la bellissima città di Machu Picchu.

Ancora una volta vengo in questo bellissimo paese sudamericano, e come prima tappa ho fatto Lima - capitale del Perù, sono arrivato nel pomeriggio, e ho deciso di riposare perché il viaggio era lungo; inoltre era necessario, perché il giorno dopo sono arrivato nella città di Cusco.

Ho visitato solo alcune strade della città per non annoiarmi troppo. Il giorno dopo mi sono alzata molto presto per fare colazione e poi sono arrivata nella città di Cusco per iniziare la mia avventura.

Spiaggia di Lima
Spiaggia di Lima

Cosa mangiare?

La capitale è conosciuta come la città di tutti i sapori, è qui che si concentra la cucina peruviana, quindi se volete provare il meglio del Perù potete visitare questi ristoranti che sono classificati come i migliori per mangiare cibo peruviano.

  1. Costanera 700 in Av. del Ejército 421 - Miraflores e il tipo di cucina è giapponese, peruviana.
  2. Barra Maretazo in Calle Alcanfores 373 - Miraflores e tipo di cucina peruviana, latina, di mare, sana e fusion.
  3. La Caleta de La Punta a Malecón Pardo 180 Pasaje 1, Callao Callao e tipo di cucina sudamericana, peruviana, latina, pesce.
  4. Bar e ristorante sociale in Av. La Paz 1099 Hilton Miraflores e tipo di cibo adatto ai vegetariani, opzioni vegane, opzioni senza glutine.
  5. 21.02 Resto & Lounge by Dazzler in Av. Jose Pardo 879 Dazzler by Wyndham Miraflores e tipo di cucina peruviana, fusion, bar, contemporanea e sudamericana.

Raccomandazioni

  • Preferibilmente riposare per ricompensare la stanchezza del corpo.
  • È possibile visitare alcune attrazioni che non richiedono un grande sforzo fisico.
  • Visitare musei e gallerie che insegnano molto sulla storia del Perù.
  • Dovete essere in aeroporto in tempo per prendere il vostro volo in tutta tranquillità.

Giorno 2: Conoscere Cusco - Valle Sacra

All'ora stabilita sono atterrato sul suolo Inca, per questo ho prenotato il tour in anticipo con l'agenzia di viaggi Terandes, che è venuta a prendermi all'ora di arrivo in aeroporto.

Dopo l'incontro con la guida che mi porterà a visitare tutti i siti Inca, partiamo con un veicolo privato verso la Valle Sacra degli Inca; durante il viaggio visiteremo Awana Kancha, un sito di sperimentazione di camelidi andini dove ci insegnano l'artigianato, il processo di tessitura.

Passerete anche un po' di tempo con gli alpaca e i lama, vi mostreranno le loro ceramiche e tutti i vestiti che producono e non è tutto, condividerete direttamente con gli uomini e le donne le loro attività quotidiane.

Dopo aver visitato questo centro tessile, ci rechiamo al mercato di Pisac, dove si trovano varie bancarelle che vendono abiti, dipinti, tessuti, souvenir e altre cose che si possono portare a casa come ricordo.

Se siete interessati al misticismo, questo vi interesserà, perché la guida ci dice che i guaritori verranno ad accompagnarci per tutto il percorso. Dopo aver visitato questi bellissimi luoghi, ci riposiamo a Pisac in modo che il giorno dopo possiamo andare a  Ollantaytambo.

Ollantaytambo Cusco
Ollantaytambo Cusco

Cosa mangiare?

La cucina peruviana è presente in tutte le regioni del Paese, e venendo a Cusco ho potuto trovare una varietà di ristoranti che offrono piatti rinomati. Potete visitare questi ristoranti: la Ruta, Cuchara de Palo, Antica Osteria Pisac, Ulrike's Café e il ristorante.

Luoghi che si caratterizzano per la fusione della cucina peruviana con alcuni piatti latino-americani, italiani, giapponesi e altre opzioni.

Raccomandazioni   

  • Cercate di non mangiare cibi grassi e chiedete preferibilmente articoli più leggeri.
  • Se avvertite sintomi come vertigini o mal di testa, l'altitudine potrebbe influire su di voi, fate preferibilmente dei respiri profondi e, se potete, bevete tisane di coca o camomilla per aiutarvi ad adattarvi al clima.
  • Non preoccupatevi del reddito, della mobilità, perché in questo caso l'agenzia di viaggi copre tutto.
  • È preferibile accordarsi con il proprio consulente di viaggio per cambiare il denaro in soles peruviani, in modo da poter acquistare qualche souvenir o cibo;

Giorno 3: Scoprire il meglio di Ollantaytambo

Questa giornata è fondamentale, perché visiteremo il sito archeologico di Pisac, parco archeologico che si caratterizza per le incredibili costruzioni in pietra e le imponenti terrazze agricole, potrò conoscere l'incredibile cimitero di Tanqana Marka, e qui arriva la parte più bella di questo tour.

Abbiamo potuto eseguire una cerimonia chiamata "Allpay" per purificarci e guarirci, per la quale abbiamo prima chiesto il permesso agli Apus e agli Achachilla; questo rituale si fa con le foglie di coca.

Dopo questa attività scendiamo al mercato di Pisac dove ci viene concesso un po' di tempo per passeggiare da soli e dopo una certa ora ci ritroviamo in un punto concordato.

Dopo aver passeggiato per queste strade storiche, pranzeremo per andare a Ollantaytambo e visitare le sue attrazioni, sulla via di discesa abbiamo fatto una sosta per visitare Ñaupa Iglesia un sito religioso astronomico, per raggiungere il quale dobbiamo salire alcune scale fino a questa grotta.

Questo luogo è caratterizzato da una pietra scolpita a forma di Chacana o Croce Andina, perfetta per la meditazione o per connettersi con la Pachamama e continuiamo il nostro viaggio fino alla città di Ollantaytambo dove ci fermiamo per la notte, dobbiamo riposare perché il giorno dopo andremo anche ad Aguas Calientes.

Finestre trapezoidali Ollamtaytambo
Finestre trapezoidali Ollamtaytambo

Cosa mangiare?

In questo caso pranzeremo nei ristoranti più consigliati, il ristorante Albergue (cucina peruviana, internazionale e fusion), il ristorante Apu Veronica (cucina peruviana, latina, bar, grill e pub), il ristorante Uchucuta Ollantaytambo (cucina vegetariana, latina, peruviana), questi sono alcuni dei ristoranti dove potrete assaggiare ogni piatto cusquense.

Raccomandazioni

  • Preparate sempre la vostra borsa prima di visitare ogni attrazione, soprattutto se dovete entrare nei siti archeologici.
  • Indossate creme solari, cappelli, portate molta acqua e le vostre scarpe devono essere da trekking.
  • Tenete con voi dei contanti nel caso vogliate acquistare un souvenir o altro.

Giorno 4: Pratica del misticismo Ayni Karpay

Oggi facciamo colazione presto, per andare al Paso de Málaga e visitare la piccola riserva di uccelli conosciuta come Cinclodes (uccello di origine della regione), poi salgo in cima per vedere la montagna innevata Huacay Huillca o l'altra montagna innevata Salkantay.

Qui faremo una cerimonia nota come "Ayni Karpay" che consiste nella trasmissione di energie dall'Apu Achachilla, che avviene tra lo sciamano e il partecipante e viceversa. In questo modo ci ricarichiamo di tutta l'energia spirituale.

Dopo aver vissuto questa bella esperienza, andremo al villaggio di Ollantaytambo dove pranzeremo e ci riposeremo perché abbiamo avuto una giornata faticosa, e poi andremo al Tempio del vento o Ollantaytambo.

Più tardi andremo ad Aguas Calientes - Machu Picchu, per questo dobbiamo andare alla stazione ferroviaria e passare la notte qui, inoltre si avvicina uno dei giorni più attesi, che è quello di salire al Santuario Storico di Machu Picchu.

Montagna Salkantay Cusco
Montagna Salkantay Cusco

Raccomandazioni

  • Portare repellente per zanzare, crema solare, cappello.
  • Se andate ad Aguas Calientes vi consiglio di acquistare i costumi da bagno.
  • Fate attenzione alla vostra dieta, facendo attenzione ai cibi grassi.
READ MORE  Camminare sull'arcobaleno: esplorare la montagna dei 7 colori

Giorno 5: Sentire il legame con la natura a Machu Picchu

Questo è il mio quinto giorno di visita a Cusco, in questo caso mi trovo nella giungla, un paesaggio verde, dove la natura ha la sua voce, oggi andiamo a Mandor, una cascata che comunica molta armonia;

È un luogo unico e sorprendentemente meraviglioso, e poiché siamo già nella giungla peruviana è possibile vedere l'uccello più importante del Perù, il Gallito de las Rocas, il cui colore delle piume è impressionante; è anche considerato l'uccello nazionale del Perù.

Ci hanno detto che è considerato il polmone della città di Cusco, dove si può vedere una diversità di flora e fauna, durante il tragitto ho potuto assistere a tanta bellezza, vedere le bellissime e variegate orchidee, si possono vedere una varietà di farfalle, libellule e altro ancora.

La passeggiata dura circa 45 minuti, il posto è bellissimo, il sentiero è segnalato, basta seguire i binari del treno, circondati da piante e alberi fino a raggiungere la cascata Mandor dove si può fare un tuffo rinfrescante, dopo un po' si ritorna dalla stessa strada di partenza.

Poi andiamo a casa di Melchor Arteaga dove condividiamo, senza dirvelo, la partecipazione a una cerimonia di battesimo andino Hyundai Chaska alle cascate Mandor.

Dopo la condivisione prendiamo l'autobus per il sito archeologico di Machu Picchu, dove trascorriamo due ore per visitare ogni casa, la piazza sacra, la roccia sacra e, cosa più importante, il sistema di terrazze che circonda la base della cittadella.

È un'esperienza indimenticabile, perché qui sono state fatte grandi cose, e si può sentire quell'energia solo quando si è qui. La vista panoramica sulla giungla andina, le montagne verdeggianti e sullo sfondo le montagne innevate, è uno spettacolo che solo Machu Picchu può offrire.

Dopo la visita al sito archeologico torniamo al villaggio, abbiamo il pomeriggio libero, così ho fatto una passeggiata per il villaggio di Machu Picchu e sono rimasto sorpreso da tutto ciò che ho potuto vedere, prima di tutto il villaggio è molto piccolo ed è circondato da enormi montagne e dal fiume Vilcanota;

Quella sera sono andata alle sorgenti termali di Aguas Calientes e me la sono goduta al massimo, ha rilassato il mio corpo; poi sono andata a mangiare in uno dei ristoranti del villaggio, non ricordo il nome, ma ricordo che ho potuto mangiare il Lomo Saltado, un piatto delizioso e l'ho accompagnato con la deliziosa chicha morada.

Cammino per le strade perché di notte la città ha un panorama bellissimo, e vado a riposare in albergo, perché ci alzeremo presto per prendere il treno e andremo a Ollantaytambo per continuare la nostra avventura.

Piazza Sacra Machu Picchu
Piazza Sacra Machu Picchu
Tempio principale di Machu Picchu
Tempio principale di Machu Picchu

Raccomandazioni

  • Se portate frutta fresca o secca, non votate per gli involucri, è ecologico.
  • Assicuratevi di portare con voi crema solare, repellente per zanzare e cappello.
  • Portate preferibilmente l'acqua nella borraccia o portatela con voi.
  • Che la batteria della vostra macchina fotografica sia carica per scattare fotografie in ogni sito.

Giorno 6: visita alla città incaica di Cusco

Partiamo molto presto dal villaggio di Machu Picchu o da Aguas Calientes per Ollantaytambo, l'unico modo per arrivarci è il treno, una volta a Ollanta andiamo a Chincheros Cusco.

Chinchero è nota per le sue tessiture Inca fatte a mano, realizzate dalle donne stesse che per il processo di tintura della lana utilizzano piante e altre specie che conferiscono questa caratteristica alla loro tessitura.

Le signore ci mostrano che in ognuna delle tessiture che realizzano, mostrano la loro vita quotidiana, la loro storia, la loro cultura, una funzione primaria di ogni loro tessitura. Dopo aver visitato le case degli artigiani, torniamo nella città di Cusco per visitare i siti turistici.

In questo caso arriviamo nel pomeriggio e visitiamo i siti del Tempio del Sole o Q'oricancha il sito più importante della città dove si trovava il dio più importante dell'impero Inca.

Qui conosceremo le costruzioni più importanti che si trovavano all'inizio del Qoricancha, ci spiegheranno l'astronomia Inca e la funzione che svolgevano nella città di Cusco. Dopo la visita, ci riposeremo in hotel per il giorno successivo.

Qoricancha Cusco
Qoricancha Cusco

Cosa mangiare?

Nella città di Cusco ci sono molti posti dove mangiare, ecco alcuni dei luoghi dove potete andare.

  • Rucula Cusco, uno dei nostri ristoranti preferiti che serve cucina fusion peruviana, con piatti a base di ingredienti biologici e presentazione creativa.
  • Il ristorante Mistura Grill, è un altro luogo dove si può assaggiare la cucina cusquena e peruviana, con opzioni anche vegane.
  • Il ristorante Inkazuela, propone piatti in stile latino, zuppe e opzioni vegane.
  • La Yaku cocina de altura, presenta il tipo di cucina peruviana, latina e fusion adatta a tutti e ha anche opzioni vegane e senza glutine.
  • Il Cholos Grill, è il tipo di cucina fusion peruviana, come i precedenti ha una varietà di opzioni per i vegani.
  • Mercado de San Pedro, questo posto è ideale per il cibo regionale peruviano, forse un po' più economico, ma vale la pena provarlo.

Raccomandazioni

  • Portate sempre con voi crema solare, cappello e molta acqua, ricordando che se siete in alta stagione qui fa molto caldo.
  • Portate con voi i vostri documenti personali, come passaporto e carta d'identità.
  • Se volete acquistare qualche souvenir, dovete avere con voi del denaro contante, perché trattano solo soldi in soles peruviani.
  • Assicuratevi di avere il telefono o la macchina fotografica completamente carichi, perché i luoghi in cui siamo andati non sono completamente carichi.

Giorno 7: esplorazione della maestosità delle quattro rovine Inca di Cusco

Questo è un nuovo giorno, abbiamo visitato diversi siti archeologici come Qenqo, Tambomachay, Puca Pucara e Sacsayhuaman, ognuno di questi resti archeologici ha una grande importanza, vi illustrerò alcune delle cose che ho potuto osservare in ognuno di quelli che abbiamo visitato.

Sacsayhuaman, una città inca costruita con pietre gigantesche, per questo si potrebbe dire che è un centro archeologico titanico, visto che qui si trova la pietra più grande, che misura circa 9 metri; si dice che ci siano voluti 50 anni per costruirla e che sia stata edificata durante il periodo dell'Inca Yupanqui.

Qenqo, è un altro sito sorprendente perché ha gallerie sotterranee e sotto di esso c'è una pietra dove venivano fatte le offerte e dove venivano imbalsamati i corpi, poiché era un sito religioso. C'è anche una piazza e al centro c'è una pietra molto importante o huaca dove si riunivano tutte le persone importanti e anche nel muro circolare ci sono finestre trapezoidali dove venivano collocate le mummie importanti.

Puca Pucara,  è conosciuta come un centro militare diviso in due settori, la parte superiore e quella inferiore, e composto da mura, terrazze e scale. È nota anche come Puca perché la sua costruzione è fatta di terra rossa;

Tambomachay, questo centro archeologico è di grande importanza perché si dice che gli Inca venissero qui a riposare, inoltre si può notare che ci sono tre fontane d'acqua molto importanti, perché il centro archeologico è conosciuto come un centro dove si venerava l'acqua, e mostrano anche la loro perfezione in ogni costruzione, perché erano i migliori ingegneri idraulici;

Visitare ciascuno dei siti archeologici è stata una delle esperienze più belle che potessi fare, conoscere un po' di più la storia degli Inca, vedere le loro gigantesche costruzioni e la cosa curiosa è che tutto è fatto di pietra, in questo caso non ho visto costruzioni in adobe o in altri materiali.

Tambomachay Cusco 1
Tambomachay Cusco

Raccomandazioni

  • È consigliabile affidarsi a un'agenzia di viaggi, perché vi fornirà una guida che vi spiegherà l'importanza e la funzione di ciascuno di questi siti; potete farlo anche da soli, ma è più costoso assumere una guida in loco.
  • Non dimenticate di portare con voi crema solare, cappelli, acqua, frutta secca e noci.
  • Prima di entrare in un sito archeologico vi verranno chiesti i documenti d'identità o il passaporto.
  • Se volete fotografare ogni sito archeologico potete farlo solo con le macchine fotografiche, l'uso dei droni in questi siti è limitato.
READ MORE  Guida di viaggio per visitare Machu Picchu in 1 giorno

Giorno 8: Conoscere le meraviglie di Puno 

Questo è un altro giorno, naturalmente ce ne sono molti, ma oggi lasciamo la città di Cusco per un'altra destinazione che sorprende anche con le sue attrazioni turistiche in questo giorno andiamo a Raqchi.

La prima tappa è sull'altopiano del Collao per visitare Pucará, un centro noto per i famosi "toritos de Pucará" (piccoli tori di Pucará), che significano protezione, felicità e fertilità.

Successivamente ci siamo recati al centro archeologico di Raqchi, che ci dicono essere stato costruito dall'Inca Pachacutec in onore del Dio Wiracocha, dove è possibile vedere parte della costruzione, tombe sotterranee e recinti della cultura pre-Inca.

Il viaggio è stato praticamente di un giorno, con le soste che abbiamo fatto, e la nostra ultima tappa sarà alla chiesa di San Pedro de Andahuaylillas, dove abbiamo potuto osservare i dipinti religiosi coloniali realizzati dai pittori cusqueni.

Una volta arrivati a Puno, ci sistemiamo in albergo e ci riposiamo prima di partire per il lago Titicaca.

Raqchi
Raqchi

Cosa mangiare?

Qui abbiamo potuto mangiare in una casa rurale di Raqchi; la signora, molto gentile, ci ha preparato un pasto delizioso, che consisteva in un chicharron di alpaca (una novità per me) accompagnato da patate bollite e insalata. È stato un pasto molto atipico per me, ma quando ho assaggiato la carne era davvero deliziosa.

Raccomandazioni

  • Se pensate che il cambiamento di clima possa danneggiarvi, è consigliabile prendere una pillola per le vertigini, mangiare poco e se è leggero è meglio.
  • Assicuratevi di avvolgervi al caldo perché stiamo viaggiando a un'altitudine superiore a quella di Cusco, quindi il freddo è più forte qui.
  • È necessario indossare sempre protezione solare, cappelli, berretti, guanti, scarpe da trekking, abbigliamento impermeabile.

Giorno 9: Godere del lago Titicaca a Puno

Al mattino ci rechiamo a Chucuito, un tempio noto per la sua fertilità: curiosamente si possono vedere circa 80 falli, di dimensioni diverse secondo gli storici, e alcune signore aggiungono che queste pietre scolpite aiutano ad avere un figlio se lo si desidera.

Poi siamo andati alla spiaggia di Charcas, sì, come potete vedere, è un posto poco conosciuto, ma ha una vista bellissima, ideale per rilassare il corpo dopo aver viaggiato… hehehehe. Si potrebbe dire che è una spiaggia negli altipiani remoti del Perù.

Se vi interessa il misticismo delle Ande, vi dico che siamo andati a fare un bagno di purificazione nelle acque del Mamacocha, un'attività che era affidata al curandero o paco, come si dice nelle Ande.

Lago Titicaca
Lago Titicaca

Cosa mangiare?

In questo caso siamo andati a pranzo alla casa di campagna di Puno, dove hanno preparato una varietà di piatti tradizionali di questo luogo, quello che mi è piaciuto di più è stata la trota fritta con patatine fritte e insalata.

Raccomandazioni

  • Indossare indumenti caldi e impermeabili.
  • Scarpe da trekking, perché cammineremo ogni volta che visiteremo i siti turistici.
  • Oltre alle raccomandazioni precedenti, tenete conto della cura della pelle, perché qui, a oltre 4.000 metri di altitudine, fa già molto freddo.
  • Evitare di bere bevande fredde, è consigliabile berle calde.

Día 10: Conociendo la puerta interdimensional Amaru Muru 

Questo è uno dei giorni magici, in cui visiteremo il mistico portale interdimensionale pre-Inca, per il quale partiamo molto presto al mattino dalla città di Puno verso Amaru Muru. Una volta arrivati sul posto ci viene detto che questo tour sarà sciamanico e che durerà circa 2 ore e mezza.

Attraversiamo una foresta di pietre e arriviamo alla porta megalitica di roccia, che è un luogo molto sorprendente, dove è possibile connettersi con lo spirituale, e si possono anche vedere diverse persone che entrano nella porta interdimensionale in ginocchio e meditano, ricevendo l'energia emessa dalla porta.

Ci viene raccontata un'antica leggenda secondo la quale molto tempo fa, quando gli spagnoli arrivarono in questa città, una sacerdotessa e un sacerdote di nome Amaru Muru fuggirono in questo portale del diavolo (come è anche conosciuto), portale che avrebbe fatto sparire i sacerdoti fuggiti qui insieme al disco solare che gli Inca custodivano come chiave per entrare in questi luoghi.

Come gli altri visitatori, anche noi abbiamo fatto una cerimonia e una meditazione guidata per connetterci con le energie che questo sito racchiude. Dopo siamo tornati in città e la verità è che ci si sente diversi, come se si fosse liberi da molte cose.

11° giorno: scoperta della cultura ancestrale di Puno, Chullpas di Cutimbo

Dopo esserci ricaricati di energia il giorno prima, ci facciamo forza per visitare le chullpas di Cutimbo, poiché ci dicono che si trattava di un cimitero con diversi geroglifici in cui si potevano trovare tombe enormi e altre regolari.

La cosa curiosa è che ci sono due forme di costruzione, si potrebbe dire che quelle che hanno una struttura migliore appartengono alla classe nobile e quelle che si trovano in alto potrebbero essere del popolo. Qui abbiamo fatto un tour sciamanico e abbiamo potuto vedere da vicino cosa c'è all'interno del Chullpas o come lo chiamavano Ukhu Pacha.

Nel pomeriggio siamo andati al porto di Puno per prendere una barca e andare alle isole degli Uros o isole galleggianti, qui gli abitanti del villaggio ci hanno mostrato come intrecciano la pianta di canna totora e poi la trasformano nella loro casa, e la tecnica che ci insegnano è incredibile in modo che galleggi e non affondi.

Ci raccontano che questa tecnica è stata utilizzata dai loro antenati per non essere invasi e costretti a perdere la loro cultura dai conquistatori, in questo caso gli Inca. Trascorriamo un po' di tempo con la famiglia che ci ha accolto e che condivide con noi tutta la sua saggezza e il suo stile di vita.

È ora di tornare alla città di Puno, sono triste perché questa è la mia ultima notte, dato che domani tornerò nel mio paese. Questo posto mi è piaciuto così tanto che voglio rimanere ancora qualche giorno, ha strade molto belle, gente molto amichevole e calorosa e ciò che mi colpisce di più è la sua cultura che ancora persiste, nonostante l'imposizione degli spagnoli.

Molte persone cercano di trasmettere la loro cultura attraverso la tessitura, la gastronomia, le visite ai centri culturali, il turismo esperienziale che svolgiamo a Puno e altre esperienze che insegnano qualcosa in più sulle loro tradizioni e costumi.

Cosa mangiare?

In questo caso l'agenzia di viaggi si è occupata del cibo, preparando per noi un pasto tradizionale. Il pranzo era un buffet in cui ci è stata presentata una varietà di piatti composti da ceviche, aji de gallina, chicharrón e dall'altra parte c'erano i loro deliziosi dessert;

Piatti molto deliziosi a cui è difficile resistere, il servizio era molto buono.

Raccomandazioni

  • Sfruttate al massimo ogni luogo che potete visitare.
  • Dovete sempre portare con voi i vostri documenti personali, come il passaporto o la carta d'identità.
  • Non preoccupatevi del reddito che l'agenzia si occupa di ogni attività.

Giorno 12: Ritorno al mio paese

L'agenzia che ho ingaggiato è stata Tierra de los Andes, che mi ha portato all'aeroporto di Juliaca per prendere il volo per Lima e da lì per il mio Paese. La giornata si fa triste perché chissà quando tornerò in questo Paese, ma sempre con la promessa di tornare e conoscere meglio questo meraviglioso Paese multiculturale.

Raccomandazioni

  • Ricordate di preparare le valigie in anticipo, preferibilmente la sera prima.
  • Dovete anche preparare i biglietti, i documenti d'identità o il passaporto per evitare qualsiasi inconveniente durante il viaggio.
  • In caso di malessere o di impossibilità a prendere il volo per qualsiasi motivo, vi consiglio di informare in anticipo le vostre agenzie di viaggio;
  • Tenete conto dei chili di bagaglio, potete avere molti bagagli.

Si conclude così la mia avventura di dodici giorni in questi splendidi luoghi paradisiaci di Cusco e Puno, che mi ricorda l'importanza di esplorare nuove attrazioni, conoscere meglio la loro cultura e apprezzare la bellezza mozzafiato del nostro pianeta;

Laissez-nous votre réponse ou si vous avez une question, faites-le nous savoir :
form contacto IT
I nostri partner
Le nostre certificazioni

Invia un messaggio

Compilate il seguente modulo per contattarci

POPUP RESERVA IT