Tierras de los Andes logo

Settimana Santa a Cusco, Perù

Home » Festividades del Perú » Settimana Santa a Cusco, Perù
Home » Festividades del Perú » Settimana Santa a Cusco, Perù
Peru Maravilloso 7 Dias Julio
December 23, 2022
Tiempo de lectura: 5 minutos

Le feste religiose sono molto varie in Perù e sono intrinsecamente legate al senso d'identità e alla cultura di tutti i peruviani.

Così, molte feste religiose come la Settimana Santa nella città di Cusco fanno ormai parte della cultura e del folklore locale. Grazie al sincretismo delle feste europee e andine, la Settimana Santa a Cusco è vissuta in modo unico.

I festeggiamenti della Settimana Santa iniziano dopo la quarta domenica di Quaresima, che coincide con la Domenica delle Palme, In questo articolo, vi illustreremo nel dettaglio come si celebra e quali sono le usanze della Settimana Santa nella città imperiale di Cusco.

Storia della Settimana Santa a Cusco

La Settimana Santa è un chiaro esempio della cristianizzazione degli indigeni da parte degli spagnoli, tanto che nel XVI secolo gli ordini religiosi guidati da vescovi e dottrineros cercarono di insegnare i principi dottrinali.

Uno dei modi era quello di rappresentare il sacrificio di Gesù attraverso canti, storie e processioni per incorporarli nella loro comunità cristiana; in questo modo introdussero la festa della Settimana Santa in tutti gli abitanti delle città e delle zone rurali, una festa che veniva vissuta con particolare devozione e per la quale ci si doveva preparare in anticipo.

La Settimana Santa inizia con la Domenica delle Palme, durante la quale i fedeli portano rami d'ulivo e li benedicono nelle chiese, e durante la settimana si prega. Tuttavia, il Giovedì Santo e il Venerdì Santo, in chiesa o all'esterno, si svolgevano rappresentazioni della vita, della passione e della morte di Gesù, nonché processioni per ricordare la Via Crucis.

Il Sabato della Gloria, in vari villaggi, i credenti accompagnano con canti, spettacoli teatrali e cibo e alcuni presentano le loro usanze o tradizioni locali, questo in tutte le regioni.

Quando a mezzanotte arrivò la domenica di Pasqua, Giuda fu bruciato per concludere la Quaresima e iniziare la gioiosa Pasqua. Questo atto è stato compiuto a Lima, ma in altre città come Huamanga, Cusco, Arequipa e altre regioni, le campane sono state suonate in previsione della nuova nascita del cristianesimo, durante la quale la gente ha lasciato i templi per camminare per le strade e unirsi agli altri parrocchiani.

Questa tradizione cristiana si è rafforzata nel tempo ed è stata praticata anche nei villaggi più piccoli del Perù, lasciando diverse testimonianze, la storia di come hanno vissuto questa festa religiosa, come ha detto lo scrittore Jose Carlos Mariátegui in una delle sue cronache: la Settimana Santa è servita a unificare la società al di là delle sue differenze, una festa che ancora oggi viene praticata e insegnata alle generazioni future.

Usanze della Settimana Santa a Cusco

La città di Cusco vive ogni giorno queste tradizioni in cui si fanno diversi preparativi durante questi giorni, quindi vi parlerò dei preparativi che si fanno durante la Settimana Santa.

  • I 12 piatti di Pasqua

Durante la Settimana Santa, il Giovedì Santo è uno dei giorni in cui le famiglie di Cusco si riuniscono per condividere una varietà di piatti tradizionali a base di pesce, dolci e altri alimenti.

Va tenuto conto che durante questa settimana è vietato mangiare carne rossa, quindi la sostituiscono con pesce, uova, formaggio, preparano anche dolci, biscotti e altri piatti tipici locali.

Ad esempio, la tradizionale zuppa del venerdì è fatta con machas (molluschi costieri), formaggio, alghe, riso, gamberi, uova di pesce o, come viene chiamata qui, cau cau, che la rendono un piatto delizioso.

Ci sono anche piatti a base di prodotti di Cusco come la zuppa di chuño, la zucca, l'olluco (muggine), mentre i piatti principali sono a base di tarwi, quinoa e pesce.

Non dimentichiamo che vengono preparati anche dolci e dessert, come il dolce più famoso, il budino di riso, l'empanada dolce e altri dolci a base di pesche o prugne, a seconda dei gusti.

Questi sono alcuni dei piatti che si preparano durante la Settimana Santa a Cusco, inoltre in questi giorni si visitano in pellegrinaggio le diverse chiese di Cusco.

Come si celebra la Settimana Santa a Cusco?

Semana Santa
Settimana Santa

Domenica delle Palme

Anche se è vero che la Domenica delle Palme segna l'inizio della Settimana Santa, di solito ha una data mobile, che si colloca tra la seconda metà di marzo e la prima settimana di aprile con la celebrazione di una grande messa celebrata in lingua quechua nella cattedrale di Cusco alle 5 del mattino.

Gli accompagnatori portano foglie di palma, o croci fatte della stessa foglia, che possono essere acquistate nella piazza principale.

In questo giorno molti si recano in pellegrinaggio sulle colline più vicine alla ricerca di spine, solitamente a forma di croce.

Queste foglie di palma o spine vengono utilizzate per partecipare alla messa e poi queste croci benedette vengono appese dietro le porte come segno di benedizione e protezione per la casa.

Lunedì di Pasqua

Il lunedì di Pasqua è il giorno che segna l'inizio della Settimana Santa, ed è allo stesso tempo il giorno più importante della Settimana Santa a Cusco, poiché è in questo giorno che il Santo Patrono giurato della città esce per impartire la sua benedizione a tutta la popolazione in un tour che tocca le principali vie del centro storico della città.

Patrono giurato di Cusco, il Signore dei Tremiti

Il Signore dei Tremiti, dichiarato patrono giurato della città di Cusco dopo aver compiuto miracoli con la popolazione di Cusco. Il Cristo marrone, chiamato affettuosamente Taytacha dai devoti più fedeli, ha un grande valore religioso e spirituale per la popolazione di Cusco.

Dall'evento miracoloso del 1650, quando uno dei terremoti più devastanti colpì la città imperiale, venne portata in processione l'immagine del Cristo marrone che, tra le preghiere e le suppliche disperate della popolazione, placò il disastro.

Questo Cristo dalla pelle bruna ha un grande legame di fede che lo unisce ai devoti di Cusco, legato anche alle tradizioni incaiche: ne è un esempio il fatto che durante la processione i fedeli offrono fiori di Ñucchu (Salvia Oppositiflora), un fiore che viene utilizzato esclusivamente per questo santo.

Lo stesso fiore veniva offerto agli huacas e alle divinità andine nelle cerimonie religiose secondo gli scritti di cronisti come Bernabe Cobo e Huamán Poma de Ayala, così come il loro costume allude alle antiche gonne utilizzate dai coloni precolombiani.

Giovedì Santo

Il Giovedì Santo si celebrano messe nei diversi templi della città, alcune famiglie realizzano "Il percorso dei 7 templi" che ricorda le 7 cadute di Cristo sulla via del Calvario.

In questi giorni si tengono anche diverse fiere in città dove si possono trovare i dolci tradizionali della Pasqua come i maicillos, le empanadas cusqueñas, i pastelitos de maíz, l'agua de manzana, tra gli altri.

Venerdì Santo

La tradizione dei dodici piatti per la Settimana Santa a Cuzco

Il Venerdì Santo si tiene la tradizionale "Cena de los 12 platos", un appuntamento speciale in cui, pur essendo vietata la carne rossa, si preparano deliziosi piatti a base di tarwi, quinoa, pesce, zucca e altri.

Spesso le famiglie si riuniscono a casa per condividere il pasto di 12 portate, ma è possibile trovare i piatti tradizionali anche nei ristoranti locali.

Domenica di Pasqua

Quest'ultimo giorno della Settimana Santa inizia con la popolazione che partecipa molto presto alla messa che viene celebrata nella cattedrale a partire dalle 6 del mattino; si tratta del giorno più importante per i credenti cattolici, poiché rappresenta la resurrezione di Gesù, per questo motivo questo giorno è solitamente il più gioioso della Settimana Santa. Potete anche assaggiare i piatti tradizionali di Cusco nelle fiere gastronomiche nelle piazze e nei mercati.

Salida Programada Mexico
Déjanos tu respuesta o si tienes alguna pregunta, consultenos.
form contacto
Nuestras certificaciones
Nuestros Colaboradores